" type="text/javascript"> " type="text/javascript">

Il Gatto Siberiano e Neva Masquerade - Malattie

Le malattie infettive ed ereditarie che colpiscono il gatto siberiano e tutti i gatti in generemalattie gatto siberiano

cistite idiopatica felina cistite idiopatica felina

Cistite Idiopatica Felina - Parte 2

GESTIONE DELLA FIC

E’ dimostrato che il miglior modo per trattare gatti con la FIC è usare un approccio multiplo ovvero provvedere a cambiare più fattori nella vita del gatto per ridurre la probabilità di far riemergere episodi ricorrenti di FIC. Anche se terapie medicinali possono essere usate ed essere anche utili in taluni casi, questa non è generalmente una malattia che risponde alle medicine.

Molti farmaci sembrano funzionare sul breve periodo perché i segni clinici della malattia regrediscono spontaneamente nella maggior parte dei gatti affetti, ma studi a lungo termine hanno provato che le medicine hanno un impatto minimo sulla cistite idiopatica, se non nullo. Piuttosto è importante concentrarsi sulla dieta e sull’ambiente del gatto, individuando quegli aspetti che hanno un ruolo cruciale nello sviluppo della malattia.

 

MODIFICHE ALLA DIETA DEL GATTO AFFETTO DA FIC

VeterinaryFLUTDIncoraggiare una minzione più frequente e produrre urina più diluita e potenzialmente men irritante per il rivestimento della vescica sembra essere molto utile per il trattamento della FIC. Questo può essere ottenuto almeno in parte attraverso una modifica del regime alimentare. Passare a specifico cibo umido piuttosto che secco è un primo importante passo, insieme ad altre misure per aumentare l’apporto d’acqua. Attenzione però perché à meglio un cibo secco di elevata qualità che un cibo umido non all’altezza. In aggiunta al contenuto d’acqua nel cibo, alcuni cibi veterinari sono indicati nel generale trattamento della FLUTD. Questi cibi, da somministrare solo dietro indicazione del veterinario, sono ormai molto diffusi e presenti nel catalogo di tutte le marche più importanti di cibo per gatti. In particolare, queste diete includono spesso acidi grassi polinsaturi che, potenzialmente, possono aiutare a ridurre l’infiammazione della vescica nei casi di FIC. In ogni caso il reale impatto di questi cibi rispetto al normale cibo umido di alta qualità è tutto da provare.
I gatti però sono molto abitudinari e sviluppano forti preferenze per il regime dietetico a cui sono soliti. Questo significa che cambiare dieta ad una gatto può essere molto difficile. Si possono dare solo alcuni suggerimenti:

  • Cambiare dieta sempre gradualmente nel corso di alcuni giorni o di alcune settimane se il vostro gatto è particolarmente difficile.
  • Cominciare mischiando quantità molto piccole del nuovo cibo con quello vecchio ed assicurarsi che siano ben miscelati tra di loro.
  • Incrementare l’ammontare del nuovo cibo lentamente e solo una volta che il gatto mangia contento e soddisfatto la vecchia miscela.
  • Riscaldare il cibo alla temperatura corporea ovvero fino a poco più di 30°C può rendere il pasto più appetibile.
  • Se proprio assolutamente necessario, consultare il veterinario per utilizzare dei farmaci per far incrementare l’appetito del gatto e rendere la transizione più semplice.

ALTRE MISURE PER AUMENTARE L’APPORTO D’ACQUA

  • cystitisSiate sicuri che il gatto ha sempre una buona riserva d’acqua fresca. I gatti possono essere incoraggiati a bere piazzando più ciotole in diversi punti della casa.
  • Utilizzare acqua aromatizzata al tonno o al polo, per esempio, o fontane d’acqua per incoraggiare ulteriormente il gatto.
  • Aggiungere acqua al cibo, se tollerata senza che si riduca l’appetito.

MODIFICHE AMBIENTALI – BERE E URINARE

Lo stress gioca un ruolo molto importante nello sviluppo della FIC e modificare l’ambiente per ridurre lo stress e incoraggiare il gatto a bere e urinare più spesso è la chiave per tenere sotto controllo la FIC. E’ importante che il gatto abbia il controllo dell’ambiente dove vive.
Per incoraggiare il gatto a bere è importante provvedere a piazzare fonti d’acqua in più posizioni della casa, nei punti dove il gatto può passare tempo e bere confortevolmente. Evitare posti rumorosi o vicino alle lettiere. Idealmente bisogna piazzare cibo e acqua in posti diversi ed in ciotole di ceramica o al massimo in metallo, piuttosto che in plastica che può impregnare l’acqua di un cattivo odore gusto. Provate ad usare ciotole molto larghe ma poco profonde, in modo che il gatto possa guardarsi intorno mentre beve ed in modo che le vibrisse non striscino contro le pareti della ciotola, cosa molto irritante per un gatto. Provate anche ciotole con acqua corrente o con acqua aromatizzata poiché alcuni gatti hanno un debole per queste variazioni sul tema.
Siate sicuri che il vostro gatto abbia ogni opportunità per urinare frequentemente, in particolare che ci sia almeno una lettiera per ogni gatto presente nella casa (o idealmente anche di più). Provate a mettere le lettiere in posti diversi e cambiare il tipo di sabbietta per cercare di capire posizione e tipo preferito dal gatto. Evitare posti rumorosi o molto trafficati, perché sono posti che anche il gatto evita.

MODIFICHE AMBIENTALI – RIDURRE LO STRESS

E’ importante cercare di identificare e modificare o eliminare qualunque cosa possa innescare stress nel gatto; cose come un altro gatto in casa, cambi repentini di dieta, sovraffollamento, stress del proprietario o cambiamenti di persone in casa. Dove è possibile identificare la fonte di stress, bisogna lavorare per ridurla o eliminarla.
La causa più comune di stress nei gatti affetti da FIC è probabilmente un conflitto con un altro gatto di casa. Potrebbe anche essere difficile notare questo conflitto, ma è una cosa che va sempre sospettata quando si ha un gatto con la FIC ed altri gatti in casa. Anche se difficile in talune situazioni, bisogna considerare il fatto di trovare una nuova casa al gatto malato, visto che il trasferimento potrebbe far migliorare drammaticamente le sue condizioni.
I gatti che passano regolarmente molto tempo dentro casa sono suscettibili di stress. In comparazione con i loro vicini antenati, i gatti selvatici africani, i gatti domestici vivono spesso in spazi estremamente confinati, con molto poco a disposizione per occupare il loro tempo e la loro mente. Questa mancanza di “ricchezza ambientale” può causare uno stress significativo. Per alleviare la condizione possono servire alcune semplici misure quali:

  • scan bladder with massesPassare del tempo a giocare con il gatto regolarmente, dedicando appositamente del tempo ogni giorno ed usando giochi nuovi.
  • Permettere al gatto di uscire all’aperto anche se in piccoli spazi recintati, balconi o terrazzi, in modo da ravvivare il suo interesse con gli stimoli provenienti dal mondo esterno.
  • Modificare l’ambiente in modo che ci siano molte cose interessanti per il gatto, come tronchi tiragraffi, camminatoi sopraelevati e cucce dove riposare. Ai gatti occorre spazio ed il controllo su di esso. E’ importante che possano esplorare l’ambiente ed avere posti dove nascondersi e rifugiarsi, soprattutto in alto, per esempio in cima ai mobili.
  • Utilizzare il Feliway, un feromone facciale felino sintetico, può essere d’aiuto per ridurre lo stress, sia spruzzandolo sulle cucce e sui mobili sia diffuso nell’ambiente.

FARMACI PER LA GESTIONE DELLA FIC

La cistite idiopatica non risponde primariamente ai farmaci, ma in alcuni casi una terapia farmacologica può avere benefici addizionali. Comunque nella maggior parte dei gatti, deve essere usata solo se i cambiamenti dietetici e ambientali non hanno sortito effetto.

  • Farmaci per il rinforzo del rivestimento della vescica: in teoria se il rivestimento della vescica è danneggiato nei gatti con la FIC, allora ripararlo dovrebbe essere di beneficio. Esistono diverse forme di questo tipo di farmaco disponibili, sia in forma iniettabile che orale. Sono generalmente sicuri da usare, dietro indicazioni del veterinario, ma non esistono molte prove che una terapia del genere dia qualche beneficio, forse anche perché tali prodotti non sono molto efficaci nel rinforzare il rivestimento della vescica.
  • Antidepressivi triciclici: farmaci come la amitriptilina sono utilizzati in gatti con una FIC particolarmente difficile e possono essere di qualche aiuto. Oltre ad essere una antidepressivo, questo farmaco ha una varietà di altri effetti benefici, ma anche effetti collaterali tali da rendere consigliabile il suo utilizzo solo nei casi più gravi.

USO DI ANALGESICI

La FIC è una condizione dolorosa, così negli episodi acuti, specialmente se il gatto mostra segni di disagio, l’uso di un farmaco analgesico, prescritto dal veterinario, può essere d’aiuto.

PROGNOSI

Studi recenti hanno mostrato che se viene messa sufficiente enfasi sull’incremento dell’apporto di acqua e sull’arricchimento dell’ambiente per alleviare stress e noia, allora molti gatti con la FIC migliorano significativamente ed in generale i gatti più vecchi tendono a migliorare spontaneamente.
Non lesinate sui tronchi tiragraffi e sulla loro grandezza, mettete a disposizione più ciotole d’acqua, magari anche fontanelle, giocate con il vostro gatto e garantitegli uno spazio esterno. Se non avete a disposizione un terrazzo od un balcone, che vi siano almeno delle finestre su cui possa mettersi comodamente a guardare fuori.

Parte 1 - Diagnosi della FIC

Last modified on Mercoledì, 30 Settembre 2015 10:13

Ultime dal Blog del Gatto Siberiano

Error: No articles to display