Il Gatto Siberiano e Neva Masquerade - Etologia

Etologia e comportamento del gatto siberiano nell'ambiente domesticoMurmur's Eclipse - Gatto Siberiano smoke

Murmur's Eclipse gatto siberiano Murmur's Eclipse gatto siberiano

Comportamento del gatto siberiano - Lo stress domestico Parte3

Le risorse Chiave del gatto

Il gatto ha cinque risorse chiave che sono anche la chiave della generazione dello stress

Queste cinque risorse sono, in ordine di importanza:

  • Cibo
  • Acqua
  • Latrine
  • Posto per riposare
  • Punti di ingresso e uscita del territorio (quello dove dormono, mangiano e giocano)

Ai gatti occorre accesso libero e immediato a queste cinque risorse in ogni momento.

Cibo

Il cibo, nella mente del gatto, è la risorsa più importante perché, allo stato naturale, la maggior parte dell’acqua di cui ha bisogno viene direttamente dalla preda. Ovviamente questo non avviene in caso di nutrimento domestico a base di croccantini; in questo caso la ciotola dell’acqua diventa una risorsa chiave importante quasi quanto il cibo. Viste le priorità ed il carattere del gatto siberiano, una delle più grandi restrizioni che si possa fare, e conseguentemente grande fonte di stress, è dargli da mangiare ad orari determinati, soprattutto se non precisi. Alcuni gatti vengono colpiti dall'ansia solo per questo semplice fatto.

I gatti, ed il gatto siberiano non fa eccezione, preferiscono smangiucchiare 15-20 volte al giorno e sapere che c'è cibo sempre a disposizione li fa rilassare in grande misura. Sono contenti se viene meno la necessità di doversi andare a cacciare il cibo. Inoltre, a differenza dei cani, la maggior parte dei gatti sa regolarsi perfettamente sulle quantità di cibo da ingerire, per cui non c'è alcun problema a lasciare sempre una ciotola piena di cibo a disposizione.

I gatti mangiano da soli, non in gruppo. Non bisogna mai nutrire i gatti tutti insieme nello stesso posto e nello stesso momento. I gatti dovrebbero mangiare, come dovrebbe chiunque, in uno stato parasimpatico rilassato. Invece i gatti che mangiano insieme si trovano uno stato simpatico alimentato dall’adrenalina che può avere effetti deleteri sia sulla digestione sia sul metabolismo che tende ad accumulare più grasso che proteine in questo stato.

Acqua

Ai gatti piace mangiare e bere in posti diversi, perché allo stato naturale, acqua e cibo non sono vicini, e il mangiare una preda viva potrebbe contaminare l’acqua vicino a dove si svolge il pasto, con feci, intestini e sangue. Evitare quindi le ciotole doppie con acqua da una parte e cibo dall'altra.

Ai gatti non piace bere nelle ciotole di plastica, perché a volte danno un cattivo sapore all’acqua, così come non gli piace un repentino cambio di sapore dell'acqua (per esmpio se cominciate a dargli acqua in bottiglia invece che di rubinetto). Certi cambiamenti è meglio farli gradualmente. Mentre beve, al gatto piace vedere la superficie dell’acqua chiara, che lo rassicura sull’assenza di alghe e inquinanti. Per questo preferiscono le ciotole metalliche. Inoltre la ciotola deve essere grande e riempita fino all’orlo perché sono tremendamente infastiditi dal fatto che, infilando la testa nella ciotola, le vibrisse vadano a toccare i lati del contenitore. Il massimo per il gatto è l’acqua in movimento, perché evidentemente, non può essere stagnante. Qualcuno, leggendo questo, dissentirà perché il suo gatto va invece a bere l'acqua sporca dai vasi. La ragione è molto semplice, ma sarà argomento di un prossimo articolo.

Lettiere

Per quello che riguarda la lettiera per andare in bagno, ad alcuni piace coperta, gradendo la privacy di un ambiente racchiuso, ad altri scoperta preferendo avere qualcosa di più dell’unica via di fuga che concede la lettiera coperta.

La posizione della lettiera è molto più importante del loro numero. Ovvero, avendo più gatti, mettere più lettiere vicino non è molto diverso per loro rispetto ad averne una sola. Meglio distribuirle in più posti ma, ovviamente, rigorosamente lontane da dove mangiano, bevono e riposano. La sabbietta deve essere abbastanza profonda da permettergli di coprire completamente le feci e sempre pulita. Avete fatto caso, se avete con voi più di un gatto, come questi aspettino il momento in cui voi andate a pulire le lettiere per scappare subito al bagno? I gatti sono animali molto puliti e non sopportano, come noi umani d'altronde, di avere il bagno sporco!

Maneggiare i gatti

Ricordare sempre che i gatti non sopiscono facilmente lo stato di conflitto una volta avviato. Se dovete maneggiare un gatto in tensione, cominciate delicatamente. Usate restrizioni minime se dovete prenderlo in braccio. Se un gatto raggiunge un elevato livello di stress e comincia a soffiare e mordere, rimarrà in questo stato per almeno mezz’ora. Non serve a niente rimetterlo giù e riprovare dopo cinque minuti.

Se si porta un nuovo gatto in casa è meglio che si portino anche le sue risorse, in modo da non interferire con quelle degli altri gatti. Ovvero un’altra ciotola per il cibo, una per l’acqua, un’altra lettiera ed un altro posto dove riposare.

Infine: tra i giochi migliori che si possono acquistare per un gatto ci sono quelli che lasciano cadere il cibo man mano che che vengono scossi. Non solo tengono vivo l’interesse del gatto, ma rappresentano una risorsa da portarsi via per quei gatti che preferiscono restare da soli in case abitate da più felini. Un gioco del genere si può anche costruire facendo un po' di buchi della giusta dimensione in una bottiglietta di plastica e riempendola di croccantini. State solo attenti che i bordi siano ben smussati per evitare che il gatto possa tagliarsi la lingua.

Ritorna a Comportamento del gatto siberiano - Lo stress domestico parte 1

Ritorna a Comportamento del gatto siberiano - Lo stress domestico parte 2

Last modified on Mercoledì, 01 Luglio 2015 11:07

Ultime dal Blog del Gatto Siberiano

Error: No articles to display