Il Gatto Siberiano e Neva Masquerade - Cura e Benessere

Cosa bisogna sapere perché il nostro gatto siberiano sia felice ed in saluteCucciolo gatto siberiano

gatto siberiano gatto siberiano

Cura e Benessere del Gatto Siberiano - Pelliccia e Muta

Le peculiarità della pelliccia del gatto siberiano.

Il gatto siberiano, a causa delle sue origini derivanti dal Felis Silvestris dalla taiga russa, presenta una tipologia di mantello praticamente unica, fatto in modo da resistere alle intemperie ed al freddo intenso delle zone sub-siberiane. 

Anche lo standard del gatto siberiano riflette questa particolarità. Si può leggere infatti:  

Il mantello è di media lunghezza. Il sottopelo è molto folto, morbido e fino, coperto da un più grossolano e duro manto superiore. Il pelo è leggermente cascante, il manto superiore è idrorepellente, ha una struttura solida, duro da toccare e vetroso.

 


murmur's Eclipse gatto siberiano bagnettoQuindi il sottopelo del gatto siberiano è particolarmente folto e formato da peli morbidi e sottili. La sua funzione è di isolare termicamente il gatto, in modo che possa resistere anche a temperature molto basse. Il mantello superiore è idrorepellente con lo scopo di impedire che il sottopelo, che è a contatto con la pelle, possa bagnarsi sotto la pioggia. E se il siberiano è un vero siberiano, al tatto questa pelliccia deve avere una consistenza ruvida, addirittura vetrosa dice lo standard. Per questo gli allevatori di gatti siberiani tendono a lavare il gatto non subito prima delle esposizioni feline, ma qualche giorno prima, in modo che la pelliccia possa recuperare la sua "rigidità" che viene parzialmente persa e ammorbidita con il bagnetto.

Allo stato selvaggio, randagio potremmo dire, la pelliccia del gatto siberiano moderno, od almeno di una parte di essi, tenderebbe lentamente a fare nodi fino a trasformarsi, nei casi più estremi, in una matassa dura al tatto, quasi impenetrabile. Una sorta di moquette che circonda tutto il gatto. Questo è soprattutto dovuto al sottopelo, che essendo così folto e sottile tende ad aggrovigliarsi molto facilmente. Ma il vero gatto siberiano, e per vero intendo il gatto siberiano che si può trovare nella campagna russa, ovvia a questo problema tramite una muta totale della pelliccia durante l'estate ed arriva a strapparsi a morsi i pezzi di pelliccia così agglomerata. Questo non è vero per molti siberiani d'allevamento, perciò, per la salute e l'igiene del gatto, dobbiamo aiutarlo noi a rimuovere il pelo superfluo.  

La Manutenzione della pelliccia del gatto siberiano.

Per garantire al nostro gatto siberiano condizioni igieniche più salubri possibili, dobbiamo curare la sua pelliccia almeno una volta a settimana. 

pettine gatti siberianiLa manutenzione ordinaria della pelliccia porta via solo pochissimi minuti. Lo strumento più utile, direi indispensabile, è il pettine di metallo a denti fitti con le punte arrotondate. E' l'unico che riesce a penetrare bene nel fitto sottopelo e a sbrogliare i piccoli nodi che ivi si formano, oltre ad eliminare il pelo morto che, altrimenti, andrebbe a formare una matassa inestricabile. 

Durante il periodo della muta, che inizia con i primi tepori primaverili verso il mese di aprile, è consigliabile intensificare la frequenza delle spazzolate in modo da aiutare il nostro gatto a liberarsi dalla pelliccia invernale ormai inutile. Verso il mese di giugno la muta è praticamente completata. Ricominceranno a mettere su la pelliccia intorno al mese di settembre.

Nel caso ci si accorga, durante le spazzolate, della presenza di qualche nodo, conviene iniziare a sbrogliarlo e ridurlo con le dita, tirando lateralmente il nodo parallelamente alla pelle, dopodiché, afferrando se possibile il pelo alla base sotto al nodo stesso, in modo da non tirare troppo i peli attaccati alla pelle (non sempre si può perché molto spesso il nodo è troppo vicino) , si procede alla sua rimozione usando il pettine con piccoli movimenti rapidi e decisi, finché il grumo di peli non viene portato via tra i denti del pettine. Se il nodo si è sbrogliato abbastanza, si riesce a tirarlo via anche senza il pettine, usando semplicemente due dita.

C'e' da dire che, per fortuna, i gatti siberiani non fanno tanti nodi, soprattutto se vengono spazzolati settimanalmente. 

 

Last modified on Venerdì, 22 Maggio 2015 09:01

Ultime dal Blog del Gatto Siberiano

Error: No articles to display